Come realizzare l’arrangiamento di un brano

come realizzare l'arrangiamento di un branoRealizzare l’arrangiamento di un brano non è un processo semplice. Quando iniziamo a produrre un brano, la maggior parte delle volte creiamo un loop di otto/sedici battute, che spesso corrisponde al Drop o al Ritornello del disco. Ma come estendere questa idea e creare un brano intero?

Scopriamo insieme alcune tecniche su come realizzare l’arrangiamento di un brano.

Realizzare il loop principale di un disco è estremamente utile per capire se l’idea che stiamo sviluppando funziona oppure no. Ma una volta fatto questo, come si realizza l’arrangiamento completo? Se stai cercando la risposta a questa domanda sei nel posto giusto!

In questo articolo ti darò 3 consigli utili per realizzare l’arrangiamento dei tuoi brani in modo efficace.

come arrangiare un brano

Partiamo dall’inizio:

Che cos’è l’arrangiamento musicale? E’ il lavoro di organizzazione della struttura di una composizione, che consente di dare una certa forma alla canzone. Il processo di arrangiamento può includere diverse fasi:

  • Creazione di melodia e armonia
  • Sviluppo della struttura
  • Scelta degli strumenti da utilizzare

La creazione della melodia e dell’armonia è importante per rendere il brano unico e meno banale. Ciò ha a che fare con la conoscenza della teoria musicale, con la creatività artistica e richiede molta sperimentazione. Anche la scelta degli strumenti musicali da utilizzare è estremamente soggettivo e può variare in base al genere musicale, e al gusto personale.

Ciò su cui voglio invece concentrarmi in questo articolo, è lo “sviluppo della struttura” che può determinare il successo o meno di un disco. Grazie alla struttura puoi rendere interessante o noioso un brano, quindi è estremamente importante.

Prima di dedicarti alla stesura delle tue tracce però, è importante conoscere le diverse sezioni che compongono la struttura di una canzone.

Gli elementi che compongono la struttura di una canzone

struttura di una canzone

Esempio di struttura di un brano.

All’interno di un brano si alternano differenti sezioni, che combinate tra loro costituiscono la struttura o forma del brano. Alcune forme specifiche vengono utilizzate più e più volte in molti tipi di musica. Le classiche sezioni che non possono mancare in un brano sono:

1. Intro e Outro

Intro e Outro sono rispettivamente la parte iniziale e finale di una traccia, spesso composte solo da pochi strumenti. Nella musica elettronica queste due sezioni sono utili per i DJ per rendere più facile il mixaggio con altre tracce.

2. Verse

In italiano Strofa, è la parte che si contrappone al ritornello. Spesso si ripete più volte all’interno del brano, variando le parole ma mantenendo inalterata la melodia. Normalmente la prima strofa introduce il primo ritornello, e la seconda strofa introduce il secondo ritornello.

3. Chorus

Sinonimo inglese di Ritornello, il Chorus è una parte estremamente importante della struttura di un brano, in quanto vi è la melodia principale del brano o Hook (gancio). L’Hook è quella melodia, cantata o suonata da uno strumento, che rende il brano accattivante, cattura l’attenzione dell’ascoltatore, e permette di essere ricordato. Il successo commerciale di un brano dipende molto spesso dal ritornello e dalla sua melodia principale, sopratutto nella musica Pop.

4. Drop

Il Drop è la sezione più importante in molti generi di musica elettronica come Techno e House, in cui non c’è un vero e proprio ritornello, ma una sezione strumentale principale. É la parte più “cattiva” del brano, in cui si concerta tutta l’energia. Questa sezione ha lo scopo di far emozionare e far ballare l’ascoltatore.

5. Build Up

É la parte che anticipa il Drop. La sua funzione è quella di creare la tensione adatta ad enfatizzare il Drop. Nel Build Up si crea quella sensazione di “salita” e di “carica” che trova poi il suo apice nel Drop. La potenza ed efficacia di un Drop dipende molto dal Build Up che lo precede.

6. Bridge

Bridge, o Ponte in italiano, è una sezione che differisce dal resto del brano. Si utilizza per creare una variazione, quindi può avere accordi e melodia differenti, e crea un effetto di attesa nell’ascoltatore, prima di tornare alla Strofa o al Ritornello. Non è sempre presente, ma è spesso utilizzato nella musica Pop.

7. Breakdown

Il Breakdown è la parte melodica di un brano in cui, normalmente, Kick e Drums vengono tolti, lasciando solamente gli elementi melodici. Per questo viene chiamata anche Pausa o Break. Nella musica elettronica ha una durata piuttosto lunga e serve a rilanciare il brano.

Ora che hai capito quali sezioni compongono una canzone, prova ad ascoltare alcuni brani che conosci, di vari generi musicali, e ad identificare queste sezioni. E’ un esercizio utile che ti aiuterà a capire come realizzare l’arrangiamento dei tuoi brani.

Una volta capito quali sono le sezioni che formano un’arrangiamento musicale, possiamo procedere con i tre consigli per realizzare un arrangiamento efficace.

Come realizzare l’arrangiamento di un brano

1. Usa una reference

Se non riesci a trovare l’ispirazione giusta, oppure non sai da dove iniziare a realizzare l’arrangiamento del tuo brano, cerca una traccia simile alla tua, e utilizzala come reference. Segui esattamente la struttura del brano che hai scelto, e vedrai che troverai facilmente un arrangiamento interessante.

Presta particolare attenzione alla lunghezza delle varie sezioni come Verse, Chorus e Build Up, e cerca di ricreare la tensione e il mood di ciascuna di esse. Ogni sezione, infatti, ha un ruolo ben preciso che è bene rispettare e sfruttare, per far si che la tua traccia catturi l’attenzione dell’ascoltatore.

Ricorda: usare una traccia di riferimento per l’arrangiamento è molto utile, ma cerca sempre di aggiungere “del tuo” anche nella stesura del brano. Anche questo fa parte della ricerca del proprio Sound!

come realizzare l'arrangiamento di un brano

2. Inizia dalle sezioni vicine al Loop principale

Che tu abbia iniziato a produrre la tua traccia dal Drop, dal Ritornello o dalla Strofa, quando inizi la stesura del brano puoi iniziare dalle sezioni più vicine.

Ad esempio, se hai già creato il Drop, prosegui creando il Build Up che lo precede, o il Breakdown. Oppure, se hai iniziato dalla Strofa (o Verse), puoi proseguire realizzando l’Intro e il Chorus (guarda l’esempio di struttura nell’immagine in alto).

Così facendo, riuscirai a realizzare un’arrangiamento più coerente e omogeneo.

come realizzare l'arrangiamento di un brano

 

3. Devi essere organizzato

Nell’articolo “Come sfruttare al massimo un corso di produzione musicale” abbiamo accennato quanto l’organizzazione sia importante per un Producer. Anche in questo caso essere organizzato ti aiuterà a trovare un arrangiamento efficace.

Avere un progetto ben organizzato ti permette di lavorare molto più velocemente e ottenere risultati migliori. Inoltre ti consente di fare rapidi spostamenti delle varie sezioni del brano, e testare strutture diverse, fino a trovare quella che ti convince di più.

Organizza le tue tracce usando colori diversi e gruppi, mettile in ordine d’importanza in modo da capire al primo sguardo quali sono gli elementi più importanti, e vedere la loro posizione all’interno del brano. Una volta fatto questo, puoi iniziare a realizzare l’arrangiamento dei tuoi brani.

come realizzare l'arrangiamento di un brano

Conclusioni

Come abbiamo detto, la struttura è un elemento fondamentale per arrangiare un brano. Imparare a creare un arrangiamento interessante è fondamentale per rendere il proprio disco affascinante, e catturare l’attenzione degli ascoltatori.

Sperimenta con queste tecniche, e non aver paura di osare. A volte possono verificarsi delle piccole sorprese inaspettate che ci consentono di rendere i nostri brani speciali.

Spero che questo articolo ti sia stato d’aiuto, ora non ti resta che mettere in pratica questi consigli e realizzare l’arrangiamento perfetto per i tuoi brani. Ma non fermarti qui…

Vuoi approfondire questi concetti?

Scopri subito il corso:

Come produrre musica elettronica

come produrre musica elettronica

accedi

Tutorial di Mix e Mastering


mix e mastering

accedi

Seguici anche su Facebook!

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

error: Content is protected !!