Vengeance Sound Avenger Recensione

Un Synth completamente diverso da tutti gli altri: potentissimo, ambizioso, versatile, ricco di oscillatori, sequencer, filtri, effetti e modulazioni. Unisce analogico e digitale, basato su campioni e sintesi wavetable in un’architettura in stile workstation.

Avenger (disponibile in VST, AU e AAX) è un Synth Rivoluzionario. Ecco perché!

In questa Recensione Avenger andremo ad analizzare le più importanti caratteristiche di questo synth virtuale.

Il Nuovo Avenger

Con un’interfaccia ridimensionabile e senza fronzoli nel layout, il nuovo plugin Vengeance Sound VPS Avenger ha tutte le carte in regola per diventare un virtual synth innovativo. VPS sta per Vengeance Producer Suite.

Sulla sinistra troviamo il browser e la sezione effetti; in mezzo ci sono la sezione oscillatori e una pagina a schede che contiene vari editor, sequencer e controlli di modulazione. Sulla destra ci sono il filtro, le sezioni Amp e Shaper, e la Modulation Matrix. Infine nella parte inferiore la solita tastiera, la vista wavetable virtuali, e cinque manopole Macro liberamente assegnabili.

VPS Avenger permette di fare qualsiasi cosa, e soprattutto è ben organizzato e di facile comprensione. Si possono utilizzare fino a 8 Oscillatori per generare il suono, con una combinazione di migliaia di forme d’onda diverse. Le manopole FM e AM consentono una trasformazione istantanea del suono.

A differenza di altri Synth che mescolano gli oscillatori in un unico mix, VPS Avenger tratta ogni sorgente sonora in modo indipendente e lascia all’utente la possibilità di decidere come deve comportarsi ogni oscillatore. Il pannello degli Oscillatori permette di impostare il percorso del segnale, passando attraverso Filtri, Amplificatori, Pitch Evenlopes, Arpeggiatori, Trancegates, ed Effetti, fino al Master out.

In questo modo, un oscillatore potrebbe generare una linea di basso, altri due un Lead, i successivi tre un pad e così via. Ogni strumento può essere gestito autonomamente con arpeggiatore, elaborato attraverso gli effetti e modulato da un proprio step sequencer e LFO.

La sezione Modulation

Quando si tratta di modulazione, VPS Avenger è forse il synth più attrezzato che abbiamo mai utilizzato: 8 Pitch Envelopes, 8 Modulation Envelopes, 8 Step Sequencer, 4 Amp Envelopes, 4 Filter Envelopes, 4 LFO, 3 manopole Macro, una serie di funzioni come l’oscillatore Wavetable e il Vibrato LFO. Inutile dire che la lista delle opzioni per modificare il suono è ancora più ampia se pensiamo a tutti i parametri dello strumento, dagli oscillatori ai filtri, dagli arpeggiatori agli effetti.

Si possono utilizzare fino a 256 assegnazioni di modulazione trascinando i vari parametri o attraverso il Mod Matrix. Le assegnazioni sono raggruppate per fonte e possono essere nascoste per ridurre l’ingombro, in modo da poter passare da una all’altra facilmente.

4 Moduli LFO dispongono di 17 forme d’onda preimpostate. Questi possono essere sincronizzati per usare fino a 160 bars e comprendono anche una modalità loop.

È possibile inserire blocchi di Gain dove si vuole nel percorso del segnale. Si possono utilizzare più blocchi di filtro ed effetti in qualsiasi ordine in modo da poter modificare il percorso del segnale. Ciascun modulo può essere bypassato o rimosso completamente. La possibilità di modificare il flusso del segnale è abbastanza insolito in un synth, ma significa che ogni oscillatore (o un gruppo) può essere utilizzato come un “synth all’interno di un synth”.

Non ci si sentirà mai smarriti tra le centinaia di funzioni, perché basterà fare un clic con il tasto destro su un blocco, e grazie ad un’animazione sarà facile individuare il suo modulo di controllo.

I Suoni

VPS Avenger ha una sonorità incredibilmente ricca, profonda e analogica. È possibile scegliere tra le classiche forme d’onda Saw, Square, Triangle, Sine e Noise, ma c’è un arsenale di forme d’onda a ciclo unico, di Campioni e Wavetables .

Ci sono oltre 900 Factory Presets, con 620 Multisamples, 154 onde ricampionate, e 596 Wavetables, tutto in una libreria di 5 GB. I presets per creare musica elettronica la fanno da padrone, con la possibilità di creare facilmente sonorità House, Techno, Tech House, Deep House, Future House, Dubstep e Hip Hop. Oltre a questi però ci sono molti suoni campionati per simulare strumenti acustici ed elettrici.

La possibilità di modificare facilmente le forme d’onda attraverso le manopole Xcite, Formant, Rate, Bit/Cruch, Sync, Vibrato, Detune e molte altre, permettono di creare sonorità pressoché infinite, ma soprattutto lasciano spazio alla creatività permettendo all’utente di creare il proprio suono distintivo.

Avenger è anche un campionatore, infatti è possibile caricare diversi campioni all’interno di questo synth. Ogni campione caricato può essere plasmato a piacimento come fosse una forma d’onda, filtrato, distorto e attraverso il Sample Editor è possibile anche regolare contemporaneamente diversi parametri su tutti i campioni.

Il display che mostra la forma d’onda cambia in tempo reale, in modo da poter sempre vedere sempre l’effetto generato da una manopola. Da questo punto di vista è anche estremamente informativo.

In modalità Wavetable, il campione appare al posto della Tastiera, ed è possibile manipolare con diversi controlli il proprio campione. E’ anche possibile utilizzare un sequencer opzionale per la programmazione di ripetizioni dell’inviluppo.

Drums Sequencer

Avenger ha al suo interno 168 Drum Kit completi, ciascuno con una sequenza di accompagnamento. Questi possono essere facilmente assegnati in modo indipendente assieme ai nostri suoni. E’ possibile trascinare anche i propri campioni ed utilizzare i propri suoni per creare sezioni ritmiche. Possono essere utilizzati in sync quando viene suonata una nota MIDI, o sganciati dal Sequencer.

Il drum sequencer è semplice ma efficace. Con lo strumento penna si possono aggiungere note, cancellarle, spostarle e modificarne Velocity, Pan, Pitch e Gate, così da personalizzare la propria sequenza. La Velocity può anche essere modificata trascinando ogni nota, ed è possibile creare rullate molto rapide fino a otto colpi per singola nota, con la funzione Roll.

Oltre alle ormai classiche funzioni Triplet e Quartet Mode, ci sono funzioni molto divertenti che consentono di randomizzare le sequenze di batteria come le modalità Flip, Reverse e Mirror.

Arpeggiatore ed Effetti

Avenger mette a disposizione una varietà di altre interfacce, tra cui un mixer stile DAW, molto comodo per regolare i volumi dei diversi oscillatori, una pagina per la Velocity, l’area Pitch e Modulation Envelopes, l’Arpeggiatore e lo Step Sequencer .

L’Arpeggiatore dispone di otto sequenze personalizzabili tra un massimo di quattro modelli, con la possibilità di sfogliare una grande libreria di modelli predefiniti, ovviamente tutti modificabili. In questo modo si avrà il pieno controllo ritmico dello strumento.

Lo step sequencer può anche utilizzare la funzione Trancegate, che può essere assegnata praticamente su qualsiasi destinazione nel Mod Matrix.

Infine, Avenger ha una tonnellata di effetti a bordo, in gran parte presi dai vari Bundle Vengeance, ma con 6 nuove emulazioni d’epoca, per gentile concessione di Arts Acoustic. Ci sono 32 moduli in tutto, tra cui Delay, Riverbero, Compressore, EQ e Distorsore. Gli effetti si possono caricare su 4 rack che permettono di inserire fino a 8 effetti ciascuno. Comode inoltre la sezione Send Rack e Master FX. Praticamente un sacco di effetti.

Conclusioni

Ci sono tante cose che non abbiamo potuto approfondire in questa Recensione di Avenger, come ad esempio la straordinaria gamma di tipi di Filtro, il Browser e la facilità con cui si possono creare i propri wavetables, per citarne solo tre.

Ogni singolo elemento all’interno di Vengeance Avenger è un potente sistema a sé stante, e tutti si uniscono per costituire un sintetizzatore di una potenza incredibile. La sua architettura semi modulare è stata implementata ingegnosamente.

La cosa più importante, però, è il suo suono: assolutamente incredibile! Con quell’energia che caratterizza Vengeance Sound, potente, profondo e ricco di sfumature che solo la sintesi wavetable può portare.

Avenger trova quindi spazio tra i Migliori Plugins Audio che abbiamo citato in questo articolo.

Fai un po’ di spazio sul tuo computer, perché nell’olimpo dei Super Synth è arrivato un nuovo potente strumento. Il suo nome è Avenger.

Avenger è disponibile al costo di 199€ sul sito Vengeance Sound > Accedi qui.


Oltre al Plugin Avenger ti invito ad approfondire anche altri plugins che non dovrebbero mai mancare in uno Studio di Registrazione Professionale.

Se vuoi approfondire Massive clicca qui.

Se vuoi approfondire Sylenth1 clicca qui.

Se vuoi approfondire Alchemy clicca qui.

In questo video puoi vedere una carrellata delle sue funzioni:


, , , , , , , , , , , , ,

2 Responses to Vengeance Sound Avenger Recensione

  1. Valerio 20 Marzo 2017 at 22:36 #

    Fantastico VST. Spero farete uno dei vostri fantastici tutorial su questo VST 🙂

    • Nicola Fasoli 21 Marzo 2017 at 0:05 #

      Grazie Valerio, ci lavoreremo! 😉

Lascia un commento

error: Content is protected !!